Degli pneumatici di buona qualità e in buono stato di manutenzione sono uno dei fattori più importanti per la guida sicura in inverno. Evita di incorrere in sanzioni per aver violato la normativa vigente e di trovarti in situazioni di pericolo alla guida: assicurati che i tuoi pneumatici invernali non si siano usurati quando arriva l'inverno. Controlla le condizioni dei tuoi pneumatici invernali almeno al momento del cambio gomme.

Che cos'è la profondità del battistrada degli pneumatici?

La profondità del battistrada degli pneumatici si misura a partire dalle scanalature principali. Si tratta delle scanalature ampie al centro del battistrada, la cui profondità diminuisce con l'usura degli pneumatici. Ci sono dei requisiti relativi all'usura degli pneumatici e alla profondità minima del battistrada e non è consentito agli automobilisti aumentare la profondità delle scanalature degli pneumatici della propria auto per prolungarne il ciclo di vita.


Gli automobilisti possono controllare da soli la profondità del battistrada, ad esempio con una moneta da due euro. Inoltre, alcuni pneumatici sono dotati di un indicatore di usura. L'indicatore di usura DSI di Nokian Tyres (Indicatore di Sicurezza di Guida) indica quando lo pneumatico è troppo usurato e deve essere sostituito. Gli pneumatici invernali hanno anche un simbolo a forma di fiocco di neve associato all'indicatore di usura. Il simbolo indica che lo pneumatico, una volta consumato, non garantisce più una guida sicura in presenza di condizioni meteo particolarmente avverse in inverno.

Come determinare la sufficiente profondità del battistrada degli pneumatici invernali?

Il valore minimo di profondità del battistrada consentito dalla legge non coincide con il valore di profondità che consente una guida sicura. Benché sia consentito circolare con degli pneumatici con tale profondità del battistrada, questi potrebbero essere già troppo usurati per garantire un'aderenza sufficiente in condizioni invernali difficili. La profondità minima del battistrada prescritta dalla legge per gli pneumatici in Italia è di 1,6 mm, indipendentemente dal tipo di pneumatici - estivi o invernali. Tuttavia, si raccomanda di non circolare con pneumatici invernali se la profondità del battistrada è inferiore a 4 mm.

Gli pneumatici invernali nuovi hanno una profondità del battistrada superiore a 8 mm e quelli estivi di circa 8 mm. Scanalature del battistrada sufficientemente profonde consentono di evitare problemi di slittamento su fanghiglia e aquaplaning. Inoltre, un veicolo con pneumatici troppo usurati rischia di non superare la revisione.

Il periodo di utilizzo degli pneumatici invernali va da metà novembre a metà aprile, nonché quando le condizioni meteorologiche o stradali ne richiedono l'uso. Una sufficiente profondità del battistrada è particolarmente importante nel caso degli pneumatici invernali, che devono garantire un'aderenza sufficiente su ghiaccio, fanghiglia e neve. Anche se gli pneumatici sono chiodati o dotati di lamelle per aumentare l'aderenza, solo questo non basta in condizioni invernali avverse e su manto stradale sdrucciolevole.

Misura la profondità del battistrada degli pneumatici con una moneta da due euro

Non si può misurare l'esatta profondità del battistrada di uno pneumatico invernale limitandosi alla sola osservazione. Tuttavia, controllare la profondità del battistrada è facile: si può fare anche a casa, e non servono strumenti particolari. Basta una moneta da due euro. Il bordo esterno argentato della moneta, infatti, è largo 4 mm. Se questo bordo argentato rimane nascosto una volta posizionato nella scanalatura principale del battistrada dello pneumatico invernale, vuol dire che il battistrada dello pneumatico è ancora sufficiente.

È importante anche l'età degli pneumatici invernali

Gli pneumatici invernali nuovi di zecca hanno una profondità del battistrada di oltre 8 mm. Tuttavia, la profondità del battistrada da sola non dice tutto: il guidatore deve tenere conto anche dell'età dello pneumatico. Man mano che lo pneumatico invecchia, la mescola del battistrada perde le sue proprietà di aderenza.

In linea generale, l'età massima consigliata per gli pneumatici è di 6 anni di utilizzo e di 10 anni di vita complessiva. L'età complessiva si può misurare in base alla data di produzione dello pneumatico, che si può verificare in base alle marcature impresse sulla spalla. I primi due numeri della marcatura indicano la settimana di produzione dello pneumatico, mentre gli ultimi indicano l'anno di produzione. I primi due numeri di questa marcatura indicano la settimana di produzione dello pneumatico, mentre gli ultimi si riferiscono all'anno di produzione. Anche se sono passati meno di 10 anni dalla data produzione dello pneumatico, in teoria il ciclo di vita dovrebbe essere al massimo di sei anni. Tuttavia, non è sempre facile valutare le condizioni dei tuoi pneumatici solo in base all'età. Infatti, l'aderenza e le caratteristiche di guida degli pneumatici possono deteriorarsi in modo significativo anche prima dei sei anni.

Un buon modo per prolungare la durata degli pneumatici invernali consiste nel variare la loro collocazione ogni volta che si effettua il cambio degli pneumatici da estivi a invernali e viceversa. Normalmente, gli pneumatici montati sulle ruote motrici si usurano circa due volte prima di quelli montati sulle ruote non motrici, quindi effettuare tempestivamente la rotazione degli pneumatici migliora in modo considerevole la loro resa chilometrica complessiva.

Checklist dell'automobilista per l'inverno

  • Ci sono dei requisiti minimi di profondità del battistrada degli pneumatici. In Italia, il minimo è di 1,6 mm sia per gli pneumatici estivi che per quelli invernali, mentre in molti altri Paesi il battistrada minimo per gli pneumatici invernali è di 3 mm. Verifica sempre le leggi e le normative locali nel tuo luogo di residenza. Controlla inoltre i requisiti se vuoi viaggiare in altri Paesi durante la stagione invernale.
  • Anche se la profondità del battistrada degli pneumatici è sufficiente ai fini della legge, le prestazioni degli pneumatici, sia estivi che invernali, in termini di sicurezza, tendono a peggiorare con il passare del tempo e con l’usura.
  • La profondità del battistrada si può controllare a casa, ad esempio con una moneta da due euro. Inoltre, alcuni pneumatici hanno un indicatore di usura per visualizzare la profondità del battistrada.
  • Oltre alla profondità del battistrada, anche l'anno di produzione e la durata di utilizzo degli pneumatici influiscono sulle loro condizioni e sulla sicurezza.
  • Controlla le marcature degli pneumatici. Gli pneumatici omologati per l'inverno hanno l'etichetta UE per gli pneumatici per la tenuta su neve e ghiaccio.