FacebookInstagramLinkedInmenu-iconPinicon-playscroll-downsearchTwitterShapeYouTube
Menu
mar marzo 31 05:30 2020 nella categoria Notizie aziendali

AGGIORNAMENTO COVID-19: NOKIAN TYRES CHIUDE TEMPORANEAMENTE TUTTE LE FABBRICHE

Nokian Tyres ha intrapreso azioni per garantire la continuità aziendale e la salute e la sicurezza dei propri dipendenti.

Ecco un aggiornamento dal 27 marzo sulle scelte di Nokian Tyres per la gestione dell’attuale emergenza legata al COVID-19.

A causa degli impatti, Nokian Tyres interromperà temporaneamente la produzione nelle sue fabbriche per garantire la salute e la sicurezza dei propri dipendenti.

È stata decisa la chiusura della fabbrica di Dayton a partire da venerdì 27 marzo per almeno due settimane. La fabbrica russa di Nokian Tyres chiude, invece, da lunedì 30 marzo per almeno una settimana. Nokian Tyres continuerà a rifornire i clienti attraverso i suoi magazzini locali. Per maggiori informazioni sulle fabbriche in USA e Russia leggete qui.

I negoziati di cooperazione dei dipendenti riguardanti tutto il personale con sede in Finlandia presso Nokian Tyres plc, Nokian Heavy Tyres Ltd, Vianor Holding Oy e Vianor Oy si sono concluse venerdì 27 marzo. È stato definito che, tutti i 1.630 dipendenti in Finlandia saranno temporaneamente licenziati.

Inizia il 6 aprile una chiusura di due settimane nello stabilimento Nokia, in Finlandia. Ciò include sia la produzione degli pneumatici per autovetture passeggeri sia la produzione degli pneumatici per mezzi pesanti Nokian Heavy Tyres e ha come obiettivo quello di prevenire la diffusione di COVID-19.

A causa dell'epidemia di COVID-19, che ha aumentato l'incertezza nel mercato delle automobili e degli pneumatici, il Consiglio di amministrazione di Nokian Tyres plc ("Nokian Tyres") ha deciso di ritirare le indicazioni di assetto finanziario della Società per il 2020 pubblicato il 4 febbraio 2020. A causa delle incertezze attuali, il Consiglio non è in grado di fornire per il momento un nuovo orientamento. Maggiori informazioni si possono leggere qui.

Nokian Tyres segue da vicino gli aggiornamenti delle organizzazioni sanitarie globali e segue le linee guida emesse dai governi locali in tutte le aree in cui operiamo. Stiamo prendendo tutte le precauzioni necessarie per garantire la sicurezza dei nostri dipendenti. Abbiamo temporaneamente sospeso tutti i viaggi di lavoro e chiesto ai nostri dipendenti di non tenere incontri faccia a faccia. Nella maggior parte dei paesi, siamo passati al lavoro remoto in tutti i ruoli possibili, e in Russia ci stiamo preparando per questo.

La società ha emesso regole di auto-quarantena per i nostri dipendenti che viaggiano a livello internazionale in aree ad alta epidemia. Tutti i viaggiatori, viaggiatori d'affari o di piacere, devono rimanere in quarantena per 14 giorni dopo il loro ritorno.

In Russia, adegueremo la nostra produzione in linea con la domanda globale in modo flessibile. Negli Stati Uniti, abbiamo posticipato l’assunzione di ulteriori dipendenti nello stabilimento di Dayton. Stiamo monitorando la situazione e riprenderemo il processo di assunzione quando le circostanze lo consentiranno.

In Spagna, i lavori di costruzione del sito del nuovo centro di collaudo sono stati interrotti. Gli appaltatori riprenderanno a lavorare non appena sarà sicuro farlo, ma ciò comporterà qualche ritardo nel progetto nel Paese.

Dall'inizio dell'epidemia in Cina, abbiamo attivato il nostro programma di continuità operativa globale e intrapreso tutte le azioni sotto il nostro controllo per garantire la sicurezza dei dipendenti e la consegna ai clienti. La resilienza strategica è il punto di forza della rete di consegna di Nokian Tyres. Abbiamo preso ulteriori precauzioni per garantire consegne ai nostri clienti e vietato le visite nelle nostre sedi di fabbrica.

Alla data del 25 marzo, non prevediamo che il COVID-19 possa causare una carenza di materie prime tale da mettere a rischio la produzione di Nokian Tyres plc. Ciononostante, abbiamo adottato ulteriori misure di gestione del rischio per mitigare eventuali rischi nell’approvvigionamento.

La maggior parte dei nostri fornitori di materie prime opera principalmente in modo normale. Tuttavia, si stanno verificando ritardi nelle consegne come anche nei trasporti. Disponiamo di scorte di sicurezza che coprono i ritardi che abbiamo subito finora o che prevediamo per le prossime settimane. Abbiamo anche fornitori di backup. Seguiamo da vicino la situazione e aggiorniamo lo stato man mano che la situazione evolve.

Per richieste di ulteriori informazioni: Tarja Kuittinen, Corporate Communications Manager, tel. +358 10 401 7912