Centro test di Ivalo. “L´inferno di Ghiaccio”

Il produttore di pneumatici più a Nord del mondo testa i suoi pneumatici invernali presso l'Ivalo Testing Center “White Hell”  su neve, ghiaccio e fango. Collaudatori esperti portano le prestazioni degli pneumatici al limite in test rigorosi, al fine di trovare i migliori pneumatici fra quelli già migliori. Se uno pneumatico funziona nelle condizioni più impegnative del mondo, funzionerà in modo affidabile ovunque.

Guardare video

Nokian Tyres prova i suoi pneumatici invernali in tutto il mondo, ma la vera casa degli pneumatici invernali si può trovare solo ad Ivalo, in Finlandia, a nord del circolo polare artico. Il produttore di pneumatici più a Nord del mondo ha costruito il Test Center a Ivalo già a metà degli anni 80. Con una superficie di oltre 700 ettari, il test center si è davvero guadagnato la sua grande reputazione, come il più grande e sofisticato luogo per test invernali al mondo costruito in condizioni estreme.

In quanto pioniere della tecnologia degli pneumatici invernali, Nokian Tyres utilizza più della metà dei suoi investimenti in Ricerca&Sviluppo per il collaudo del prodotto. White Hell è la sede principale dei test.

– Già dalle prime fasi di sviluppo, proviamo un nuovo pneumatico in condizioni reali al fine di garantire prestazioni impeccabili in condizioni difficili, esigenti e diverse. Test reali su neve e ghiaccio sono una parte essenziale del lavoro di Ricerca & Sviluppo perché le proprietà di uno pneumatico non possono  essere ottimizzate solo attraverso la simulazione al computer, spiega il Manager del Testing Centre di Nokian Tyres Matti Suuripää.

" Test reali su neve e ghiaccio sono una parte essenziale del lavoro di Ricerca & Sviluppo perché le proprietà di uno pneumatico non possono essere ottimizzate solo attraverso la simulazione al computer."
Matti Suuripää, Manager del Testing Centre di Nokian Tyres

Lo sviluppo di un nuovo pneumatico è un processo lungo che richiede da due a quattro anni. Uno dei principali collaudi è quello delle prove pratiche, che indirizza gli ulteriori sforzi dell'R&D fino a che rimangano solo gli peumatici con le migliori prestazioni, adatti alle specifiche condizioni invernali.

Gli pneumatici invernali necessitano di proprietà diverse a seconda che vengano utilizzati in condizioni nordiche in presenza di ghiaccio del Nord o nell'inverno più mite dell'Europa Centrale.

– Lo scopo di un test che sfidi i limiti di aderenza senza compromessi è creare pneumatici invernali ancora migliori e più affidabili. Essere in grado di garantire la sicurezza degli pneumatici offre agli automobilisti la massima tranquillità anche su strade invernali. Se uno pneumatico è testato nelle condizioni più difficili del mondo ad Ivalo, avrà performance eccellenti dappertutto, aggiunge Suuripää.

"Lo scopo di un test che sfidi i limiti di aderenza senza compromessi è creare pneumatici invernali ancora migliori e più affidabili. Essere in grado di garantire la sicurezza degli pneumatici offre agli automobilisti la massima tranquillità anche su strade invernali. "
Matti Suuripää, Manager del Testing Centre di Nokian Tyres

Sei mesi di test a temperature ghiacciate e nella notte polare

Il White Hell è utilizzato da novembre a maggio. A Ivalo, ci sono più di 200 giorni con temperature di congelamento in questo periodo. E' allora che proviamo più di 20.000 pneumatici con più di 40.000 chilometri di test di guida. I nostri qualificatissimi team R&D, di collaudatori e test driver mettono gli pneumatici alla prova giorno e notte.

Gli pneumatici vengono testati nella maniera più coerente possibile su varie piste di ghiaccio e neve. Effettuare i test richiede estrema professionalità, precisione e migliaia di ripetizioni. Conosciuto per i suoi prodotti premium, Nokian Tyres ha più di un centinaio di chilometri di piste di prova ben tenute ad Ivalo.

Ivalo Testing Center “White Hell”


– In pratica, ci assicuriamo che un circuito abbia sempre lo stesso spessore di neve e levighiamo il ghiaccio e lo spazzoliamo per tenerlo pulito, se necessario, spiega Suuripää.

L’”Inferno bianco” non è sempre bianco perché in pieno inverno il buio della notte polare pone delle sfide al lavoro di sviluppo. Poi, la primavera porta cambiamenti nelle condizioni dovute a notti fredde e giorni di sole – in un giorno, il cambiamento della temperatura nei circuiti  test può arrivare fino a 40 gradi Celsius.

Il sole all'inizio della primavera è un'altra sfida. Nella peggiore delle ipotesi, accresce la temperatura durante il giorno così tanto, da non permettere l’esecuzione del test a causa delle variazioni di temperatura. Quindi aspettiamo fino al tramonto ed eseguiamo le prove di notte.

Ivalo Testing Center “White Hell”

Oltre al circuito di prova attentamente curato, il centro comprende una pista ghiacciata coperta lunga 700 metri che consente la verifica continua e precisa in tutte le condizioni.

Ivalo Testing Center “White Hell”

La tecnologia non può sostituire il tocco umano

Nei vari test, è essenziale simulare le condizioni estreme della guida in inverno. White Hell attualmente copre più di 30 circuiti di test diversi. Si verificano le prestazioni degli pneumatici durante l'accelerazione e in frenata,  o di guida nelle curve e sulle colline,  e il grip su superfici diverse su ghiaccio, neve e fanghiglia. Utilizziamo tecnologia all’avanguardia in fase di test.

– Al fine di garantire le migliori attrezzature di test possibili, le sviluppiamo sempre di più . Ad esempio, il monitoraggio in tempo reale della temperatura e dell’umidità rende il nostro lavoro più facile e veloce, dice Petri Peltoniemi, Test Manager di Nokian Tyres.

Nokian Tyres è considerato il più esperto al mondo nelle condizioni estreme a causa dei vasti test di prodotto in Lapponia. I driver esperti sono fondamentali, ma utilizziamo anche la  tecnologia per alcuni giri di prova. Le Robotic car, ad esempio, sono molto utili quando sono necessarie un sacco di ripetizioni precise. Rispetto ai nostri collaudatori, tuttavia, hanno un ruolo di supporto.

– Nessuna macchina o attrezzatura può sostituire persone reali ed esperienza umana. Ci vogliono anni per diventare un buon collaudatore, e solo loro sono in grado di fornirci le informazioni più preziose. Passiamo in rassegna tutti i risultati con i nostri collaudatori, aggiunge Peltoniemi.

Scopri di più:
Le migliori competenze e le conoscenze tecnologiche più recenti

Il testing center di Ivalo in breve

• Il White Hell di Nokian Tyres è il più grande centro prove per lo pneumatico invernale del mondo. L'area potrebbe ospitare 1.129 campi da calcio o 700 campi da baseball.
• Testiamo i nostri pneumatici giorno e notte nelle condizioni uniche della Lapponia finlandese su più di 30 circuiti di prova.
• I più di 200 giorni di gelo ad Ivalo ogni anno rendono le condizioni difficili per gli pneumatici testati.
• Durante la stagione, più di 20.000 pneumatici invernali vengono testati presso il nostro centro prove.
• Guidiamo per oltre 40.000 km con i pneumatici in test.
• I nostri driver provano gli pneumatici ad Ivalo in tutte le condizioni atmosferiche per più di 180 giorni ogni anno.
• La pista coperta ghiacciata lunga quasi 700 metri ci dà la possibilità di effettuare test coerenti in ogni condizione atmosferica