Il pericolo dell’aquaplaning

When driving on a dry road in the summertime, the driver hardly has to shed a thought for the tyres. When a thunderstorm breaks or a persistent summer rain fills the grooves in the road, it is quite a different ballgame. The danger of aquaplaning can be felt in the steering: it is difficult to control the car, especially if the tyres are in poor condition or worn out. The best way to prevent aquaplaning is to use new tyres. Even new tyres do not completely eliminate the risk of aquaplaning, but it is possible to control the car as long as you adjust the driving speed to the conditions.

Lost feel perdere sensazione di aderenza 

Dal punto di vista della sicurezza nel traffico, è importante avere altezza battistrada corretta in qualsiasi condizione di tempo. Quando C’è molta acqua sulla strada e si guida ad alta velocità il battistrada non riesce ad espellere tutta l’acqua che raccoglie. In questo caso si perde la sensazione di aderenza tra strada e pneumatico.

Quando l’altezza battistrada scende sotto i Quattro millimetri le tenuta e le proprietà anti aquaplaning si riducono moltissimo, così il rischio di aquaplaning aumenta. Inoltre lo spazio di frenata aumenta e la vettura scivolerà facilmente.

I test fatti da Nokian dimostrano che un pneumatico consumato(battistrada meno di 1,6mm, approssimativamente 5 mm di acqua sulla strada), innesca l’aquaplaning percorrendo una curva a 76km/h mentre con un pneumatico nuova questo avviene a 96km/h. 

Perdere la zona di contatto 

Quando la velocità di guida aumenta e il pneumatico è consumato, la superficie di contatto tra pneumatico e strada si riduce drasticamente. la figura mostra la superficie di contatto di un pneumatico estivo con diverse altezze battistrada e spessore dell’acqua di tre millimetri ad una velocità di 75km/h. L’area di contatto di un pneumatico consumato con 1,6 mm di residuo battistrada è solo il 16% dell’area normale di contatto di un pneumatico a veicolo fermo.

Leggi le Istruzione del responsabile Matti Morri Technical Customer Service Manager per evitare Hydroplanning e slush planning.